Prolasso Vaginale

Il prolasso vaginale o prolasso genitale è in costante aumento negli ultimi anni specialmente nelle donne che hanno partorito almeno 2 volte e hanno più di 50 anni. Il prolasso genitale consiste nella discesa verso il basso delle pareti vaginali anteriore, posteriore e dell’utero che possono anche raggiungere e fuoriuscire dall’introito vaginale.

 

Le cause sono svariate e il prolasso può manifestarsi  dopo il parto, in seguito a condizioni che comportano all’aumento della pressione addominale  o può essere legato ad una lassità costituzionale dei tessuti che sospendono il pavimento pelvico.

Il prolasso vaginale, oltre ad un problema fisico, rappresenta un problema psicologico a causa della discesa dei genitali che costituisce un impedimento all’attività sessuale anche per l’associarsi di frequente di una incontinenza urinaria.

La prima cosa da fare è eseguire una visita uroginecologica per valutare la gravità del prolasso e impostare una corretta terapia. Dopo una prima valutazione, il medico potrà decidere se eseguire una terapia di tipo conservativo o chirurgico:

  • Terapia conservativa: si avvale dell’impiego di farmaci e di vari metodi riabilitazione e quindi di rinforzo  di tutte le strutture che sostengono il pavimento pelvico.
  • Terapia chirurgica: può essere l’unico rimedio per risolvere il difetto anatomico. La via chirurgica richiede grande esperienza nell’eseguire interventi per via vaginale. L’uroginecologo e’ lo specialista di riferimento per la chirurgia vaginale.

Per avere maggio informazioni o prenotare una visita con la nostra equipe uroginecologica clicca qui o chiama il numero verde 800650233 interno 1.

\

COSA TRATTIAMO

  • Prolasso utero-vaginale e rettale
  • Disturbi dello svuotamento
  • Stipsi espulsiva
  • Dolore pelvico cronico
  • Vulvodinia
  • Cistalgia
\

COSA FACCIAMO

  • Percorso diagnostico – terapeutico

    • Visita uroginecologica
    • Visita proctologica
    • Diagnostica ecografica
    • Diagnostica urodinamica
    • Diagnostica endoscopica (cistoscopia-anoscopia-rettoscopia)
    • Trattamento fisico-farmacologico
    • Iniezione vescicale di botulino

    Percorso chirurgico

    • Colpoisterectomia con annessectomia bilaterale
    • Sospensione della vagina
    • Riparazione del cistocele
    • Riparazione del rettocele/ emorroidectomia
    • Colpoperineoplastica

    Percorso riabilitativo

    • Terapia medica e fiosioriabilitativa
SI PUO' PREVENIRE IL PROLASSO?

La prevenzione del prolasso è una cosa difficile in quanto nella grande maggioranza dei casi esso trae l’origine dal parto. Quindi la prevenzione è quella di un parto non traumatico e il ruolo delle ostetriche presenti durante il parto è fondamentale.

Tuttavia, nei casi di prolasso molto lieve o iniziale, ci sono delle attività che possono migliorare la sensazione di prolasso, andando ad agire sul pavimento pelvico. Tra le varie attività ci sono i più famosi esercizi di Kegel, la perdita di peso nel caso in cui ci sia un sovrappeso, la riduzione degli sforzi e di pesi da sollevare, una dieta che riduce la stitichezza e l’eliminazione del fumo.

Nei prolassi di grado superiore al secondo o quando i sintomi avvertiti dalla paziente siano sempre più numerosi e forti, è richiesta una terapia chirurgica per la risoluzione del problema.  

IN COSA CONSISTE L'INTERVENTO?

L’intervento dura circa 90 minuti e si può eseguire sia in anestesia epidurale che generale. Il ricovero è generalmente di 3 giorni e la ripresa dopo l’intervento è rapida. La donna deve rispettare alcune raccomandazioni nei primi 4 mesi: non deve fare sforzi, né durante la vita in casa né sul lavoro e neppure nei momenti di svago. Per sforzi si intende che la donna non deve sollevare pesi, non deve spingere pesi, non deve portare pesi superiori ai 5 kg. Lo sport può essere ripreso dopo 4 mesi e l’attività sessuale dopo 2 mesi.

SI POSSONO AVERE RAPPORTI SESSUALI CON IL PROLASSO GENITALE?

Si, con il prolasso la donna può continuare una vita sessuale senza temere che il sesso possa peggiorare il proprio prolasso.

La tua salute riparte da qui

Richiedi maggiori informazioni compilando il modulo.

Privacy

Aggiornamenti