Intervento laser bilaterale a € 1.470

Slider

Da oggi, occhiali da vista e lenti a contatto possono diventare un ricordo grazie alla chirurgia con laser a eccimeri.

Il Centro Medico Lazzaro Spallanzani è in grado di offrire una conveniente soluzione per la correzione definitiva di miopia, astigmatismo e ipermetropia. L’alta professionalità che distingue il Centro è frutto d’utilizzo di una tecnologia laser di ultima generazione e della competenza di una equipe di oculisti altamente specializzati da oltre vent’anni nel campo della chirurgia refrattiva.

 

 

COSA SAPERE DELL’INTERVENTO…

E' DOLOROSO?

L’intervento è totalmente indolore e non presenta, durante la sua esecuzione, alcun tipo di fastidio soggettivo.

QUALE TECNICA SI UTILIZZA?

Gli oculisti del Centro Medico Lazzaro Spallanzani utilizzano la tecnica PRK-ASA.

MIOPIA, ASTIGMATISMO, IPERMETROPIA: POSSONO TORNARE?

Estremamente difficile, anche se non impossibile, che miopia, ipermetropia ed astigmatismo ritornino dopo questo tipo di intervento.

RACCOMANDAZIONI PRE E POST?

PRE INTERVENTO
La visita preliminare per l’intervento va effettuata dopo aver rimosso le LAC da almeno 15-20 gg

POST INTERVENTO
Borsa del ghiaccio nelle prime 24 ore. Nessun bagno in piscina per 30 gg. No lampade UVA per 30 gg. Attenersi scrupolosamente alla prescrizioni mediche e rispettare i controlli oculistici programmati che devono essere almeno 5 nei 3 mesi successivi, per poter modulare opportunamente la terapia postoperatoria.

PRK-ASA O LASIK?

PRK-ASA (tecnica avanzata di ablazione superficiale):
PRO No indebolimento strutturale della cornea come nella Lasik. Minime variazione della lacrimazione postoperatoria. Nessuna complicanza dovuta alla creazione del lembo, come viene fatto nella Lasik. Massima sicurezza ed affidabilità.
CONTRO Dolore molto variabile da persona a persona nelle prime 24 ore. Più lento recupero visivo.

LASIK (anche nella variante FEMTOLASIK):
PRO Minore dolore postoperatorio e più veloce recupero visivo.
CONTRO Indebolimento della struttura biomeccanica della cornea, con possibili sfiancamenti tardivi. Maggiore secchezza oculare postoperatoria. Possibili anche gravi complicanze profonde nella cornea, dovute alla creazione del lembo. Più alto costo e più alta possibilità di incidenti e complicanze intra e postoperatorie.

COME AVVIENE IL RECUPERO?

Il recupero è progressivo ed avviene a mano a mano che la cornea riprende la sua struttura originale. In media i pazienti sono in grado di riprendere le proprie attività in 10° giornata.

CHI PUO' EFFETTUARLO?
  • Età ideale è compresa fra 20 e 45.
  • Difetto stabile da almeno 1 anno e compreso nel range della metodica (Miopia non oltre le 8-9, diottrie e ipermetropia non oltre le 3-3,5 diottrie)
  • Assenza di patologie autoimmuni
  • No HIV
  • Attenzione nel diabete
  • Assenza di malattie oculari, in particolare cheratocono, glaucoma, cheratite erpetica ed altre
  • No assunzione di farmaci come Isotretinoina, Sumatriptan, Amiodarone…
  • Non in gravidanza o allattamento

TESTIMONIANZE

COMPILA IL MODULO PER PRENOTARE LA VISITA D’IDONEITA’ ALL’INTERVENTO 

 

Prendi visione Informativa sulla Privacy

Accetto l'Informativa sulla Privacy