Una delle problematiche dell’estate, il momento in cui tutti si riversano sulle spiagge per prendere il sole e dimenticare i rigori dell’inverno, è quella relativa alla necessità di proteggere la propria pelle contro i raggi uv, o ultravioletti.

La ricerca, in questo senso, sta concentrando sforzi importanti nella cosmetica, per individuare i prodotti più utili per salvaguardare la pelle da quelle che possono essere le conseguenze dell’esagerata esposizione ai raggi solari. Gli esperti raccomandano sempre questo tipo di precauzione per non andare a sviluppare patologie gravi. Molti dei riscontri in ambito medico evidenziano, sempre più spesso, la presenza di conseguenze importanti dopo l’esposizione esagerata ai raggi solari senza la minima precauzione per proteggere la pelle.

Aumentano sempre di più i numeri relativamente alla spesa che gli italiani dedicano ogni anno nell’acquisto di creme solari in grado di proteggere la pelle dai rischi del tumore. Sono aumentati, in maniera esponenziale, i malati di tumore alla pelle per via di un’errata esposizione ai raggi solari e per la mancanza di utilizzo di creme in grado di schermare il proprio corpo durante le ore più calde del giorno, soprattutto dalle ore 12 alle ore 15.

La protezione dai raggi ultravioletti può sembrare una semplice necessità ogniqualvolta ci si reca al mare, ma questo tipo di accorgimenti vanno applicati anche per la vita in città, nei giorni lavorativi. L’azione dei raggi uv è potente anche in questi casi, per questo motivo, zone come le spalle o le braccia sono costantemente esposte a questo tipo di interazione. Per questo motivo una protezione efficace deve essere utilizzata anche nella vita di tutti i giorni, durante i caldi periodi estivi.

Oggi, molte aziende di cosmetica stanno cercando di allargare i propri orizzonti ben oltre la semplice produzione di creme solari con gradi di protezione elevati. È già in commercio, ad esempio un pratico cerotto in grado di fornire utili informazioni sull’esposizione della pelle ai raggi uv. La praticità di questi cerotti per proteggere la pelle dai raggi uv è tutta nella loro capacità di modificare il colore in base all’esposizione ai raggi solari. Il cerotto ha capacità interattive ed è in grado di comunicare una serie di parametri allo smartphone attraverso l’app My Uv Patch.

Questo specifico device è in grado di riconoscere il livello di esposizione ai diversi raggi uv e di comunicare come è più corretto, attraverso la posizione, esporsi al sole e di valutare, attraverso elementi relativi anche all’impatto dei raggi solari, quale tipo di crema e quale grado di protezione, può risultare più utile per quel determinato contesto.

La precauzione per proteggere la pelle dai raggi uv è una necessità che va ben oltre il semplice fastidio delle scottature. Le conseguenze di un’errata esposizione ai raggi solari o di una mancata protezione possono essere gravi per la salute generale della persona. Per questo motivo è sempre importante un consulto specialistico per valutare l’utilità e il grado di protezione necessaria della pelle contro i danni da raggi uv.

Ripresa dell'attività ambulatorialeAbbiamo bisogno anche del tuo aiuto
Clicca qui per scoprire quali accorgimenti seguire