Una delle problematiche più invalidanti a livello fisico è quella della cervicale, specialmente in riferimento a persone che lavorano tenendo per parecchie ore consecutive la medesima, scomoda posizione. I problemi si vanno a sviluppare a livello del collo e tendono ad interessarlo nella sua interezza, cioè con coinvolgimento delle strutture muscolo-scheletriche della zona del collo.

Quando si parla di cervicale si fa riferimento a uno dei dolori classici dell’apparato muscolo-scheletrico che più spesso è riscontrato nella popolazione sia maschile che femminile. In una società così dinamica, lo sviluppo di tali patologie può anche essere legato ad altre cause che possono essere lo stress o un’inadeguata risposta al repentino cambiamento di temperatura tra gli ambienti di lavoro e gli ambienti esterni.

Molto spesso le persone che lavorano in uffici dotati di aria condizionata, oppure agenti che sono costretti a muoversi con continuità sul territorio in automobile che sfruttano il comfort dell’aria condizionata, non considerano il potenziale danno che questa può arrecare ai tessuti, contribuendo a far sviluppare patologie come la cervicale.

Allo stato attuale degli studi e delle ricerche riguardo gli interventi da applicare in questo caso  si aggiungono, con cadenza più o meno periodica, nuovi metodi che possono agire garantendo una forma di salvaguardia ed una completa guarigione dai problemi di cervicale. A questo proposito è utile considerare 4 tipi di trattamenti che possono agevolare la guarigione dal problema della cervicale.

Trattare la cervicale in 4 modi

Oltre ad una serie di sistemi in grado di fornire sollievo o di agevolare una forma di prevenzione di questa patologia così invalidante, vanno presi in considerazione altri metodi che possono, a tutti gli effetti, aiutare a curare la cervicale sotto il punto di vista medico. Questi metodi sono: l’ultrasuonoterapia, la discectomia, la ionoforesi e la massoterapia.

Ultrasuonoterapia: la pratica dell’intervento attraverso l’utilizzo di ultrasuoni risulta efficace in molte patologie che affliggono l’apparato muscolo-scheletrico. Questo tipo di tecnica ha un enorme vantaggio perché tramite questa pratica sarà possibile arrivare in maniera veloce ad un efficace alleviamento della condizione di dolore. Un sistema utile per intervenire direttamente sulle limitazioni che causa questa problematica.

Discectomia: è un intervento chirurgico molto delicato, ma molto efficace, utile per la rimozione della struttura legata allo sviluppo di cervicale. Se questa è conseguenza di un’ernia, attraverso la discectomia sarà possibile rimuovere e sostituire la porzione della rachide coinvolta e sostituirla con una protesi.

Ionoforesi: l’utilizzo della ionoforesi consente un intervento farmacologico. Attraverso l’utilizzo di induzione elettrica sarà possibile, per via transcutanea, la somministrazione di un medicamento utile ad alleviare i dolori che si manifestano.

Massoterapia: si tratta di un intervento specifico per la zona, che va a caratterizzarsi per l’utilizzo di un massaggio in grado di trattare le strutture muscolari, in caso queste siano alla base della problematica. Viene spesso consigliata a persone con problemi di cervicale seguiti a stress dei tessuti e condizioni patologiche legate alle fasce muscolari del collo.

Questi metodi riscuotono un discreto successo relativamente alle problematiche legate alla cervicale. Un problema che va comunque affrontato sotto preventivo consulto medico.

Ripresa dell'attività ambulatorialeAbbiamo bisogno anche del tuo aiuto
Clicca qui per scoprire quali accorgimenti seguire