Cos’è la rinite allergica?

Tra le allergie più comuni che è possibile diagnosticare in un soggetto, indifferentemente da quello che è il sesso o l’estrazione sociale, c’è la rinite allergica. Questo tipo di reazione viene spesso vissuta con grande fastidio dalle persone e non trova facile soluzione, soprattutto se il soggetto è esposto a determinati ambienti in un particolare momento dell’anno o a una particolare sostanza con la quale viene a contatto.

Facendo riferimento alle allergie non è possibile non menzionare la capacità del nostro corpo di reagire a questo tipo di problema causato da agenti allergici che ci condizionano in maniera piuttosto invasiva la giornata.

La risposta immunitaria a determinati stimoli forniti al nostro organismo da agenti esterni è la problematica principale che condiziona questo tipo di fenomeno che, nel caso delle allergie respiratorie, può essere difficile da affrontare al di là di ogni periodicità o stagionalità.

Questo tipo di reazione non è limitata alle vie respiratorie, in quanto gli effetti tendono, in determinati soggetti, ad interessare anche gli occhi, con manifestazioni, in molti casi, anche piuttosto violente, e la gola.

Le cause delle allergie e della rinite allergica

È utile far notare come, a prescindere da quelli che sono gli elementi ed i distretti corporei che vanno a caratterizzare la reazione allergica, sia proprio il sistema immunitario il primo responsabile di questo tipo di risposta.

La mancanza di regolarità, nelle reazioni, del sistema immunitario porta allo sviluppo di questo tipo di fenomeni che, molto spesso, si riproducono in eccessiva lacrimazione, vie respiratorie otturate ed eccessiva produzione di muco.

La rinite allergica, in questo senso, è l’esempio perfetto di quanto possa essere difficile convivere con questo tipo di condizione. Questo tipo di fenomeno allergico esordisce in persone che non possono stare a contatto con agenti ambientali come i pollini, oppure con animali come gli acari.

Proprio la reattività a questo tipo di agenti definisce le sensazioni di chi soffre di rinite allergica. In questo caso il corpo di una persona allergica ai pollini tende a sviluppare una reazione immunitaria eccessiva che si palesa attraverso l’aumento di produzione di istamina.

Attraverso l’aumento nel rilascio di istamina si sviluppa una condizione di irritazione dei tessuti, questi si producono in una risposta che coinvolge la sensibilità degli stessi e che è specifica delle reazioni allergiche in zone particolari come la mucosa nasale.

Quali aree colpisce la rinite allergica?

Forme particolarmente gravi di allergia possono andare ad interessare, nella loro interezza, le vie aeree, producendo effetti di particolare intensità che nemmeno attraverso l’utilizzo dei classici antistaminici possono essere calmati.

Da qui si sviluppano le reazioni classiche della persona allergica. Che possono andare dal semplice starnuto a più complesse problematiche come la dispnea, o difficoltà nel respirare, e particolari problemi nel condividere un sonno tranquillo e prolungato durante la notte.

La rinite allergica è condizionata da molti aspetti che vanno dalla salute del sistema immunitario alla condivisione di ambienti perfettamente igienizzati. Soprattutto in case in cui sono presenti tessuti caratterizzati dalla presenza di acari o di polvere in eccesso.

È importante oggi consultare esperti allergologi per capire a quali sostanze bisogna stare attenti ed in che modo bisogna affrontare problemi allergici come la rinite allergica.

I siti che parlano del nostro articolo: 

Tgcom24.mediaset.it, Corrierenazionale.it, Yahoo.com , gazzettadiparma.it 

Ripresa dell'attività ambulatorialeAbbiamo bisogno anche del tuo aiuto
Clicca qui per scoprire quali accorgimenti seguire