L’artrosi cervicale e i tutti i problemi di cervicale, almeno da una certa età in poi, possono essere i migliori compagni di individui che assumono determinate posizioni durante il giorno o che si trovano a sfruttare la rachide con lavori pesanti.

Generalmente si parla di artrosi cervicale quando si fa riferimento a fenomeni di natura degenerativa della rachide nella zona cervicale. Questa forma degenerativa tende a verificarsi a livello dei dischi intervertebrali all’altezza delle vertebre cervicali, appunto.

 

Si tratta di una patologia che arriva a colpire un numero molto alto di persone che hanno raggiunto un’età piuttosto elevata, senza considerare distinzioni particolari riguardo al sesso, e che può colpire anche in maniera piuttosto invalidante per persone che vivono una quotidianità piuttosto movimentata.

Relativamente all’ artrosi cervicale è possibile individuare come fattori di rischio anche altre patologie come la scoliosi e l’artrite reumatoide.

 

La condizione patologica legata all’ artrosi cervicale è piuttosto normale in una società come quella occidentale. Lo svolgimento di lavori di natura sedentaria, ma caratterizzati dall’utilizzo di una posizione piuttosto statica per diverse ore, può portare a sviluppare questo tipo di problema.

In generale è facile definire l’ artrosi cervicale come il consumo, più o meno rapido, del rivestimento di natura cartilaginea che va a svilupparsi nella zona delle articolazioni. Questo tipo di problematica va poi ad interessare la zona della rachide, con un avanzamento più o meno marcato nel corso degli anni.

 

Le cause dell’ artrosi cervicale

 

L’ artrosi cervicale, anche nota più semplicemente come cervicale può essere legata a diversi fattori di rischio che possono guidare direttamente alla degenerazione dei tessuti.

Uno dei principali fattori di rischio riconosciuti in questo tipo di patologia a carico della cervicale è quello legato all’età della persona, ma questo tipo di condizione vincolante è caratterizzata anche dalla presenza di particolari “sub-fattori” che possono avere un ruolo nello sviluppo di problemi alla cervicale.

Si tratta di altri fattori che possono essere legati a condizioni traumatiche di natura piuttosto grave, ad attività di lavoro considerate di natura pesante o che necessitano di elevato sforzo fisico per essere portate a termine, ma problemi alla cervicale possono anche nascere in seguito allo sviluppo di malformazioni del rachide come la scoliosi o la cifosi.

 

Casi più noti di artrosi cervicale e di problemi alla cervicale possono presentarsi per errori di natura posturale, in seguito all’utilizzo di posizioni errate in ufficio durante il lavoro, oppure in casa, quando ci si trova a dover passare parecchie ore davanti allo schermo di un computer.

Sono generalmente questi i casi più classici che riguardano lo sviluppo di patologie della cervicale e che, con il passare del tempo possono anche degenerare, non in maniera repentina, verso problematiche più impegnative che possono arrivare a coinvolgere le strutture nervose e quelle vascolari che si trovano nella zona cervicale

 

L’ artrosi cervicale è una patologie che può portare anche allo sviluppo di forte dolore e disabilità temporanea se non trattata correttamente con l’aiuto di uno specialista. Per poter mitigare questo tipo di problema esistono molte strade che è possibile percorrere ma, tuttavia, non possono essere seguite senza l’aiuto di un esperto in campo ortopedico e della terapia del dolore.

Ripresa dell'attività ambulatorialeAbbiamo bisogno anche del tuo aiuto
Clicca qui per scoprire quali accorgimenti seguire