Test coronavirus

COVID-19 aziendale

Autorizzazione Regione Emilia Romagna n.8367 del 19/05/2020

Test coronavirus

COVID-19 aziendale

Il centro è stato autorizzato con Determinazione Dirigenziale n. 8387 del 19/05/2020

Esegui il test covid-19 ai tuoi dipendenti 

1 - Contattaci al 345 760 40 34

Abbiamo messo a tua disposizione un referente per rispondere a tutti i tuoi quesiti sul test aziendale

2 - GARANZIA ITER COMPLETO

I tuoi dipendenti potranno eseguire il Test sierologico IgM – IgA – IgG e, in caso di positività, il TAMPONE MOLECOLARE

3 - ESEGUIBILE TUTTO IL GIORNO

Sceglio l’orario e il giorno in cui eseguire il test. NON è NECESSARIO ESSERE A DIGIUNO PER ESEGUIRE IL TEST

N.B. l’esame potrà essere eseguito solo da persone asintomatiche e che non sono in quarantena

Esegui il test covid-19 ai tuoi dipendenti 

1 - Contatta il nostro referente per le aziende

Abbiamo messo a tua disposizione un referente per rispondere a tutti i tuoi quesiti sul test aziendale

2 - scegli la tipologia di test che vuoi eseguire

Puoi scegliere se far eseguire ai tuoi dipendenti il Test sierologico IgM – IgA – IgG oppure il TAMPONE MOLECOLARE

3 - scegli giorno e orario che preferisci

Scegli quando eseguire il test ai tuoi dipendenti NON è NECESSARIO ESSERE A DIGIUNO PER ESEGUIRE IL TEST

Come si attiva la procedura?

Bisogna mandare all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) della Direzione generale Cura della Persona Salute e Welfare della Regione Emilia Romagna l’autorizzazione alla realizzazione da parte del datore di lavoro di percorsi di screening su dipendenti per COVID 19 (scaricabile qui).

Il referente per i test effettuati tramite azienda, reperibile al numero 3457604034, è a disposizione per la compilazione della suddetta autorizzazione.

Cos'è il test sierologico?

A differenza degli ormai noti tamponi rino-faringei (esame di laboratorio che serve a individuare la presenza del virus all’interno delle mucose respiratorie) il test sierologico può essere utilizzato per capire se una persona è entrata a contatto col virus o meno. Se i primi forniscono un’istantanea dell’infezione, i secondi “raccontano” la storia della malattia.
Attraverso i test sierologici infatti è possibile andare ad individuare gli eventuali anticorpi prodotti dal nostro sistema immunitario in risposta alle infezioni del virus.
Il test sierologico non è altro che un semplice e abituale esame del sangue che si esegue a seguito di un veloce prelievo. È un test indiretto, serve dunque a valutare la risposta del sistema immunitario all’infezione e non a rilevare direttamente la presenza del virus nell’ospite.

Cosa misura il test sierologico?

Gli anticorpi sono rappresentati principalmente da immunoglobine IgM e immunoglobine IgG.

Immunoglobuline IgM: sono i primi anticorpi che compaiono per primi nel siero del paziente, quindi la loro presenza indica un’infezione recente.

Immunoglobuline IgG: cominciano a formarsi dopo circa 15 giorni dall’esposizione primaria e creano una probabile difesa immunitaria futura.

L’interpretazione dei risultati va sempre riservata al medico, ma ad ogni modo uno schema di base potrebbe essere il seguente:

• Presenza di solo IgM anti Covid-19: è altamente probabile che il paziente sia stato a contatto con il virus in un periodo recente (comunque superiore a una settimana).

• Presenza di IgG e IgM anti Covid-19: è altamente probabile che il paziente sia stato a contatto con il virus in un periodo di 15-25 giorni prima del prelievo.

• Presenza di solo IgG anti Covid-19: è altamente probabile che il paziente sia stato a contatto con il virus e si sia immunizzato.

• Assenza di IgG e di IgM, da considerare 3 possibilità:
1. Il paziente non è mai entrato in contatto con il virus Covid-19 (il caso più probabile per i pazienti asintomatici).
2. L’infezione da Covid-19 è avvenuta in data molto vicina (meno di 5-7 giorni) dal prelievo e quindi il sistema immunitario del soggetto non ha sviluppato un numero di anticorpi anti Covid-19 tale da essere documentata dal test.
3. Il soggetto ha avuto un’infezione da Covid-19 ma gli anticorpi non sono presenti perché il paziente, per motivi sconosciuti, non è stato in grado di sviluppare immunità verso questo patogeno.

Come viene eseguito il test sierologico?

Il test prevede un prelievo del sangue dal braccio, eseguibile non per forza a digiuno e ha una durata di qualche minuto.

La provetta viene analizzata dal laboratorio analisi autorizzato dalla Regione Emilia Romagna. In una prima fase viene fatta una rilevazione degli Anticorpi Totali contro il Virus. Nel caso in cui la prima fase abbia esito positivo, si procede con una seconda fase necessaria a quantificare gli Anticorpi IgG.

Cosa succede nel caso di risultato positivo?

Nel caso in cui il test sierologico risulti positivo, dovrà esser effettuato il tampone molecolare rino-faringeo.

Il Medico del Lavoro sarà informato dal Centro Medico dei casi positivi e provvederà a comunicarli all’Ufficio Igiene Pubblica dell’ASL di Reggio Emilia.

Fino a quando non si ha a disposizione il risultato del tampone e nel caso in cui sia positivo, fino a quando non si negativizza, si è tenuti a non svolgere attività lavorativa e a rispettare l’isolamento domiciliare.

COMPILA IL MODULO CON I DATI DELLA TUA AZIENDA

compila il modulo e ti risponderemo il prima possibile


INFORMAZIONI AZIENDALI

Numero dipendenti

1-1011-5051-100>100


sino


sino

Ripresa dell'attività ambulatorialeAbbiamo bisogno anche del tuo aiuto
Clicca qui per scoprire quali accorgimenti seguire