In riferimento al gonfiore di stomaco è possibile notare come questa sia una condizione molto comune nelle persone indifferentemente dal sesso o dallo stato di salute generale di un individuo.

La sensazione di gonfiore di stomaco è una problematica rilevante anche, se non soprattutto, a livello sociale e, molto spesso, è uno dei limiti più invalicabili che vanno ad incidere direttamente sulla personalità dell’individuo.

In questo senso è possibile poter arrivare a “riconoscere” tre stati patologici fondamentali legati al gonfiore di stomaco:

  • quello puramente medico, che è caratterizzato da problematiche di vario genere a livello dello stomaco,
  • quello sociale, che è da collegare alla difficoltà di interpretazione che la società può incontrare nell’interpretare le problematiche collegate a questo tipo di difetto
  • quello psicologico, che va direttamente ad intaccare certezze e sicurezze dell’individuo che si trova ad essere preda di questo tipo di problematica.

Volendo dare una spiegazione più particolare del gonfiore di stomaco è possibile dire che questo, in molti casi, è dovuto a problemi a livello della digestione, sia per quel che riguarda la possibilità di condizioni di digestione lenta, relativamente a possibili deficit a livello dell’intestino, come l’intestino pigro, sia per quanto riguarda l’abitudine a condividere una serie di pasti esageratamente pesanti, specialmente in alcuni momenti della giornata, come la cena, proprio prima di andare a letto.

Alcune cause del gonfiore di stomaco

Ma a livello medico, quali cause possono nascondersi dietro ai problemi di gonfiore di stomaco?

Gli esperti sono stati in grado di riconoscerne molte che, alcune più ed alcune meno, possono rappresentare una potenziale causa per lo sviluppo di problemi di gonfiore di stomaco.

Tra queste cause le più accreditate sono: l’intolleranza alimentare, l’intolleranza al lattosio e la congestione digestiva.

  • Intolleranza alimentare – anche se in maniera quasi insospettabile, in base anche al loro contenuto, esistono una serie di alimenti che possono arrivare a provocare una reazione allergica a livello dell’apparato digerente. Questo tipo di alimenti sono spesso collegati al gonfiore di stomaco. In molti casi, infatti, è possibile rintracciare intolleranze alimentari ad alimenti come il lievito o l’eccessivo consumo di zuccheri che possono portare ad effetti collaterali a livello dello stomaco causando gonfiore;

 

  • Intolleranza al lattosio – il lattosio, in questo caso specifico, è uno dei principali responsabili del gonfiore di stomaco. La mancata efficienza da parte dell’apparato digerente, di trattare le molecole di lattosio può portare a reazioni di natura allergica come il gonfiore di stomaco, con successive problematiche relative a flatulenza e meteorismo;

 

  • Congestione digestiva – sotto questo punto di vista viene spesso sottovalutata la condizione legata a congestione digestiva. Questo tipo di condizione, infatti, può portare a problematiche piuttosto serie che possono andare a coinvolgere anche altri distretti corporei e produrre effetti indesiderati come mal di testa e senso di nausea, anche se gli effetti più dolorosi sono legati al gonfiore di stomaco che può tradursi anche in più dolorosi crampi allo stomaco.

Il gonfiore di stomaco è una delle problematiche più classiche a livello dell’apparato digerente ed è spesso frutto di un’alimentazione sbagliata e poco controllata. È sempre utile consultare un esperto anche in casi in cui questa problematica si presenta piuttosto di rado.

Ripresa dell'attività ambulatorialeAbbiamo bisogno anche del tuo aiuto
Clicca qui per scoprire quali accorgimenti seguire