ENDOSCOPIA DIGESTIVA

ENDOSCOPIA DIGESTIVA

I trattamenti per endoscopia digestiva presso il Centro Medico Privato “Lazzaro Spallanzani” di Reggio Emilia

La serie di analisi dalla natura piuttosto delicata che si possono affrontare nel reparto di endoscopia digestiva richiedono un monitoraggio continuo delle condizioni del paziente, ma soprattutto il supporto di una figura fondamentale come l’anestesista, il cui intervento risulta decisivo per il comfort del paziente in sede di diagnosi. Diversi tipi di quadri riguardanti i sintomi legati a patologie gastro-enterologiche vanno spesso affrontati attraverso l’utilizzo delle tecniche della gastroscopia e della colonscopia, altre volte questo tipo di esami risultano utili per un’analisi più fedele delle condizioni di salute di pazienti obesi o con problemi legati all’apparato digerente ed al suo funzionamento per quanto riguarda l’alimentazione. Il Centro Medico Privato “Lazzaro Spallanzani” di Reggio Emilia garantisce visite di controllo con gastroscopia e colonscopia in totale sicurezza grazie soprattutto al supporto di esperti anestesisti in grado di garantire il totale comfort del paziente nel momento del controllo.

La grande varietà di malattie che possono coinvolgere il nostro apparato digerente portano molto spesso ad effetti indesiderati ed a condizioni di salute precaria che vanno a coinvolgere anche altri aspetti della nostra vita, una prenotazione per un controllo presso il Centro Medico Privato “Lazzaro Spallanzani” di Reggio Emilia può risultare decisiva per aiutarvi a risolvere i vostri problemi. Prenotate ora.

PRESTAZIONI EFFETTUATE E COSTI
EQUIPE MEDICA

DOTT. CLAUDIO DI CORATO
Anestesista – Visualizza Scheda

DOTT. GIORGIO BERTONI
Gastroenterologo – endoscopista – Visualizza Scheda

DOTT. GIAMPIERO OLIVETTI
Gastroenterologo – endoscopista – Visualizza Scheda

MIRCO TINCANI
Punto prelievi – Visualizza Scheda

 

L'ENDOSCOPIA DIGESTIVA

Endoscopia digestiva

Una delle tecniche più utilizzate in campo gastro-enterologico è quella dell’endoscopia digestiva. L’endoscopia digestiva è quella tecnica attraverso la quale è possibile poter effettuare una precisa diagnosi su patologie gastro-enterologiche verificando la presenza di suddette malattie direttamente all’interno degli organi interessati. L’endoscopia digestiva si pratica attraverso l’utilizzo dell’endoscopio, un tubo di natura flessibile che, inserito all’interno del corpo attraverso gli orifizi naturali (come l’ano o la bocca), può verificare se nella zona esplorata, che può essere quella dello stomaco e del duodeno, dell’esofago o dell’intestino, viene a presentarsi una lesione del tessuto, o una sua alterazione dovuta a patologie gastro-enterologiche. La tecnica endoscopica consente, oltre alla semplice diagnosi ed analisi dei tessuti, anche il trattamento di questi per patologie gastro-enterologiche come emorragie, forme tumorali e presenza di polipi. Questo tipo di interventi possono essere trattati attraverso biopsie o cauterizzazioni delle lesioni.

Gastroscopia e colonscopia

Le tecniche che vengono applicate nell’ambito dell’endoscopia digestiva, per la diagnosi ed il trattamento delle patologie di endoscopia digestiva, sono principalmente due: la gastroscopia e la colonscopia. La gastroscopia, meglio conosciuta come esofago-gastro-duodenoscopia, in relazione alle zone che questa può analizzare, non è altro che quel tipo di endoscopia digestiva che va ad analizzare e, quindi, diagnosticare tutte le patologie o le semplici alterazioni che riguardano l’esofago, lo stomaco ed il duodeno. Per la particolare delicatezza dell’esame e dell’intervento, la gastroscopia viene eseguita sfruttando la sedoanalgesia profonda con un pronto risveglio alla fine del controllo. La tecnica della gastroscopia è la più utile nell’ambito del trattamento delle patologie gastro-enterologiche perché garantisce l’individuazione della malattia in maniera efficace. Questa qualità nel successo permette, dunque, di diagnosticare un numero elevato di malattie che possono non rientrare nei comuni sintomi, che possono essere quelli del dolore di stomaco, della nausea e del vomito, del semplice bruciore o dei problemi legati a digestione e deglutizione. La gastroscopia, infatti, è in grado di fornire risultati efficienti anche su sanguinamenti del tratto digestivo, un risultato che consente di trovare efficacemente problematiche legate ad anemie. Altro vantaggio della gastroscopia è la possibilità di poter effettuare una biopsia, ovvero il prelievo di una piccola porzione di tessuto affinché questo possa essere analizzato per identificare, in maniera precisa, l’origine della malattia gastro-enterologica.

La colonscopia è un tipo di esame che va a coinvolgere direttamente l’intestino o il colon. Come la gastroscopia questa tecnica sfrutta la potenza e la precisione di un tubo flessibile in grado di raggiungere in maniera agevole e per nulla invasiva il tratto di intestino o del colon interessato per via rettale, di analizzare direttamente la zona coinvolta nella patologia e di effettuare, se necessario, il prelievo di tessuto attraverso biopsia, per poterne analizzare successivamente l’aspetto al microscopio. La colonscopia consente di analizzare tratti diversi dell’intestino, con un’attenzione particolare alla zona del grosso intestino, ma può anche essere utile per un’analisi approfondita dell’ileo terminale. La tecnica della colonscopia è spesso necessaria per dare una risposta certa ad una serie di sintomi che possono essere effetto di patologie diverse. La presenza di sanguinamento nelle feci, ad esempio, può richiedere una colonscopia affinché si possa trovare la zona interessata dal microsanguinamento. Tale tecnica può risultare decisiva anche in caso di presenza di sintomi come la stitichezza, il dolore addominale, la diarrea, forme di gonfiore o varie perdite di sangue dalla zona del retto o dalla zona anale.

VISUALIZZA LA NOSTRA OFFERTA SANITARIA E IL COSTO DELLE NOSTRE PRESTAZIONI.
Scegli il Laboratorio di tuo interesse: