Incontinenza Urinaria

Oltre il 20% delle donne che hanno effettuato un parto naturale soffrono di incontinenza urinaria, cioè hanno perdite involontarie di urina.  

Esistono due tipi di incontinenza urinaria:

  1. Incontinenza urinaria da urgenza: consiste nel bisogno incontrollabile di urinare, bisogno che se non soddisfatto immediatamente porta alla perdita di urina
  2. Incontinenza urinaria da sforzo: in questo caso il soggetto riesce normalmente a controllare lo stimolo minzionale, ma in presenza di sforzi se pur banali come un colpo di tosse o uno starnuto o al sollevamento di un peso, o ad un esercizio fisico, si verifica la perdita incontrollata di urina

Il 50% delle persone che soffrono di perdita incontinenza urinaria necessitano di un esame urodinamico a causa della gravità del disturbo. Questo esame permette di valutare la funzionalità della vescica e dell’uretra ed e’ fondamentale per una corretta impostazione della terapia. 

Presso l’unita’ operativa di ginecologia del Centro Medico Lazzaro Spallanzani è possibile eseguire la diagnosi e il trattamento sia medico che chirurgico dei vari tipi di incontinenza urinaria. Per maggiori informazioni, chiamaci all’800650233 interno 1.

\

COSA TRATTIAMO

  • Incontinenza urinaria femminile
  • Incontinenza fecale femminile
\

COSA FACCIAMO

Percorso diagnostico – terapeutico

  • Visita uroginecologica
  • Visita proctologica
  • Diagnostica ecografica
  • Diagnostica urodinamica
  • Diagnostica endoscopica (cistoscopia-anoscopia-rettoscopia)
  • Trattamento fisico-farmacologico

Percorso chirurgico

  • Colpoisterectomia con annessectomia bilaterale
  • Sospensione della vagina
  • Riparazione del cistocele
  • Riparazione del rettocele/ emorroidectomia
  • Colpoperineoplastica

Percorso riabilitativo

  • Terapia medica e fiosioriabilitativa
Come si previene l’incontinenza urinaria?

Esistono degli esercizi che aiutano a prevenire o ad attenuare l’incontinenza, come i più famosi esercizi di Kegel, il biofeedback e l’elettrostimolazione perineale. Alla base di qualsiasi esercizio deve esserci una buona conoscenza dei muscoli da potenziare e la costanza nell’allenamento che richiede almeno un paio di mesi per avere i primi risultati.

Come curare l’incontinenza urinaria?

L’incontinenza urinaria è di duplice natura: incontinenza da sforzo o incontinenza da urgenza. L’incontinenza da sforzo, se è di lieve entità, può necessitare di una “ginnastica pelvica” mentre se è più grave può richiedere un piccolo intervento chirurgico. La guarigione è garantita almeno nel 90% dei casi. L’incontinenza da urgenza, detta anche incontinenza da vescica iperattiva, si cura con i farmaci da assumere a domicilio e, nei casi resistenti ai farmaci, con la stimolazione elettrica della vescica o con l’iniezione in vescica di Botulino. In questi casi il successo è garantito nel 60% dei casi.

In cosa consiste l’intervento?

La tecnica chirurgica che cura l’incontinenza da sforzo prevede il posizionamento sotto il canalino dell’urina (uretra) di un piccolo nastro che chiude il canalino dell’uretra quando la donna esercita gli sforzi. L’intervento si può effettuare in regime di day-hospital, con una anestesia locale rinforzata da una sedazione, dura pochi minuti e la donna viene dimessa dopo 6-8 ore dall’intervento.

La convalescenza è semplice e breve: basta evitare gli sforzi durante la giornata per circa 1 mese. Dopo 1 mese la donna può riprendere a fare tutte le attività che svolgeva prima dell’intervento: sia quelle domestiche, quelle del lavoro professionale, quelle dell’attività sportiva, e quelle sessuali.

I risultati della cura sono immediati, il successo è garantito in più del 90% e la durata del successo è per sempre.

La tua salute riparte da qui

Richiedi maggiori informazioni compilando il modulo.

Privacy

Acconsento all'invio di newsletter su prodotti e servizi del titolare

Acconsento all’invio di newsletter mirate anche sulla base della tipologia della prestazione sanitaria effettuata e/o richiesta