ECOGRAFIA - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

ECOGRAFIA

La grande varietà di campi medici di applicazione dell’ecografia è eccezionalmente rappresentata dall’offerta, in questo senso, del Centro Medico Privato “Lazzaro Spallanzani” di Reggio Emilia, che al suo interno può contare su un reparto efficientemente rifornito e sulla disponibilità di esami completi. Questa vasta offerta è ben rappresentata da ecografie peculiari come l’ecografia prostatica, un esame indispensabile per gli uomini che hanno superato, o che si apprestano a raggiungere i 50 anni di età. L’ecografia prostatica consente di visionare in maniera realistica le dimensioni della prostata, grazie all’inserimento, in via rettale, di una piccola sonda in grado di riprodurre in video la conformazione della prostata, la sua dimensione e la presenza di anomalie nella sua struttura. La serie delle ecografie disponibili presso il Centro Medico Privato “Lazzaro Spallanzani” di Reggio Emilia, che comprende anche ecografia dei genitali esterni, ecografia renale, ecografia dell’anca, ecografia dell’addome superiore ed inferiore ed ecografia peniena, è stata assai migliorata grazie all’introduzione della metodologia ecografica in ecocolor – doppler, che comprende: l’ecocolor – doppler TSA, cioè dei tronchi sovra aortici – carotidi; l’ecocolor – doppler cardiaco, o ecocardiografia; l’ecocolor – doppler degli arti inferiori; l’ecocolor – doppler dell’aorta addominale e delle arterie iliache e l’ecocolor – doppler dei genitali.

PRESTAZIONI EFFETTUATE E COSTI
EQUIPE MEDICA

 

DOTT. SSA ELENA ROTUNDO
Ecografista – Visualizza Scheda

DOTT. TIZIANO LUSENTI
Medicina interna – Visualizza Scheda

DOTT. MAURIZIO SASSI
Oncologo – Senologo – Visualizza Scheda

DOTT. FRANCESO BURANI
Cardiologo – Visualizza Scheda

 

 

CAMPI DI UTILIZZO DELL'ECOGRAFIA
 

 

Una delle più grandi rivoluzioni in campo medico, quella dell’ecografia è ormai diventato un vero e proprio ambito scientifico totale grazie alla pluralità di utilizzi che se ne può fare in campo medico. Quella dell’ecografia è la caratteristica diagnosi medica che, a differenza della radiologia (che, tuttavia, risulta indispensabile per la diagnosi medica dell’apparato scheletrico), fa uso della capacità degli ultrasuoni di trasmettere onde ultrasonore, invece delle più pericolose radiazioni. L’ecografia è utilizzabile grazie ad un’eccelsa disponibilità di sistemi di scansione, che sono: la scansione convex, la scansione lineare e la scansione vettoriale. Questi tre tipi di scansione si differenziano tra di loro in ragione dell’immagine, e dal formato di questa, che i trasduttori sono in grado di proporre, e presentano una riproduzione dell’immagine che può essere rettangolare, per il sistema a scansione lineare; settoriale, per quanto riguarda il sistema a scansione vettoriale ed un’immagine a “tronco di cono”, per quel che riguarda il sistema di scansione convex.

La validità dell’ecografia è poi resa ancora più evidente dalle diverse tipologie di metodi che ne contraddistinguono l’utilizzo. I sistemi disponibili per eseguire un’ecografia sono, infatti quattro e si distinguono in: A-Mode, B-Mode, B-Mode Real Time e M-Mode. L’A-Mode è quella meno utilizzata attualmente perché finita in disuso. Consiste nella visualizzazione dell’organo o della porzione anatomica da studiare in maniera monodimensionale. Oggi non è frequente il suo utilizzo, soprattutto quando si tratta di eseguire un’ecografia per organi per la quale è necessaria la tridimensionalità per uno studio più efficace, ma alcune applicazioni sono ancora utilizzabili in ambito neurologico od oculistico. La B-Mode è, al contrario della A-Mode, la metodologia più utilizzata per l’ecografia. E lo è in ragione del fatto che, dal punto di vista qualitativo, è in grado di garantire una definizione assai più accurata grazie all’introduzione della “scala di grigi”, utile per valutare in intensità gli echi e migliorare sensibilmente, dunque, la qualità della riproduzione dell’immagine. Un ulteriore miglioramento alla già efficiente qualità della metodologia B-Mode è fornita dalla B-Mode Real Time che, a differenza della B-Mode classica, è in grado di fornire riproduzione in tempo reale e non statiche. L’ultima modalità. M-Mode, è l’ultima evoluzione della B-Mode Real Time, in quanto consente, oltre all’ottima qualità dell’immagine, una più precisa rappresentazione della motilità dell’organo scansionato. Quest’ultima modalità, proprio per questa sua ulteriore evoluzione, è molto indicata per le ecocardiografie.

Campi di utilizzo dell’ecografia

L’ecografia è ormai ampiamente utilizzata in un numero assai elevato di campi medici, proprio in ragione di questa eccellente evoluzione della possibilità di riprodurre in tempo reale le immagini dall’interno del nostro corpo. Alcuni utilizzi fondamentali sono quelli nel campo gastroenterologico, per la sua utilità nell’analizzare fedelmente gli organi interni, come stomaco ed esofago. Un tipo di ecografia, chiamata ecografia perendoscopica, permette l’analisi degli organi interni grazie all’inserimento di una sonda attraverso la bocca, il cosiddetto endoscopio, che garantisce una riproduzione realistica degli organi vicini come il mediastino ed il pancreas. Si può, poi, parlare della ecografia intraoperatoria, un tipo di ecografia che arriva in aiuto del chirurgo direttamente in sede di operazione, permettendo a questi di poter usufruire di una riproduzione fedele della porzione anatomica da operare, per avere una conferma diretta della presenza della malattia diagnosticata in precedenza.

Tale tipologia di ecografia è un metodo efficace per individuare in maniera chiara le zone con presenza di metastasi quando bisogna operare vari tipi di tumore a livello dell’apparato digerente e del pancreas endocrino. Un ulteriore, efficace tipo di ecografia è l’ecocardiografia, utilizzata per ottenere informazioni più precise riguardo il funzionamento di valvole cardiache e cavità cardiache, e per avere responsi definitivi sulla presenza o meno di fenomeni infiammatori all’interno del sistema cardiovascolare. Questo ultimo tipo di ecografia si è evoluto grazie all’ideazione dell’ecocolor – doppler che, oltre a fornire la visione dello status di salute del sistema cardiovascolare garantita dall’ecocardiografia, permette di ottenere una visione qualitativa eccellente del flusso sanguigno nei principali vasi del sistema vascolare.

Altra importante tipologia di ecografia è l’ecografia tiroidea che, attraverso uno strumento denominato ecografo, consente di visualizzare a schermo ed in modo corretto la dimensione della tiroide, di notare la presenza di possibili infiammazioni e di rilevare la presenza di noduli o formazioni anomale, anche di dimensioni piuttosto piccole o difficilmente diagnosticabili senza ecografia. L’offerta è ulteriormente arricchita dall’ecografia della cute, che permette attraverso l’utilizzo di una sonda e di un apposito gel non tossico, di studiare in profondità gli strati cutanei per poter analizzare la formazione di tumefazioni di vario carattere e di particolari linfonodi. L’ecografia della cute è utilizzata in maniera assai efficace nel campo della diagnosi dei tumori cutanei, risultando indispensabile per poter permettere un più semplice percorso operatorio per l’asportazione o la completa rimozione della porzione anatomica malata.

Una delle prerogative dell’efficacia in medicina è quella di poter imparare a conoscere il nemico contro il quale si sta combattendo. L’evoluzione della metodologia ecografica, in questo senso, permette oggi di poter usufruire di uno sterminato panorama di tipologie di ecografie assai utili e precise. La vastità dell’offerta del reparto di ecografia del Centro Medico Privato “Lazzaro Spallanzani” di Reggio Emilia, consente di trovare in maniera efficace e veloce la radice di molti problemi di salute. Prenotare un’ecografia è un primo passo, il più importante, per tenere in ordine la propria salute e prevenire l’insorgere di molti problemi di salute.

Ecografia addome completo: come si svolge?

La pratica dell’ecografia consente enormi vantaggi per gli operatori che si trovano a dover controllare un proprio paziente per diagnosticare problematiche relative ad organi come i reni o il fegato. Per questo tipo di interventi risulta decisivo l’utilizzo...

leggi tutto

Iscriviti alla News Letter del CMLS

Visualizza l'informativa Privacy

VISUALIZZA LA NOSTRA OFFERTA SANITARIA E IL COSTO DELLE NOSTRE PRESTAZIONI.
Scegli il Laboratorio di tuo interesse: